Italia

Sulla tracce del lupo in Val di Taro

Sulla tracce del lupo in Val di Taro

Perché questo weekend è speciale?

L’alta Valle del Taro è un’ampia conca incastonata tra i monti alle spalle delle Cinque Terre, la Lunigiana e i colli di Parma famosi per castelli e vigneti. Una distesa di boschi di querce, castagni e faggi, interrotta da aspri spuntoni di rocce di antica origine magmatica, torrenti cristallini e praterie di fiori selvatici, percorse da voli di variopinte farfalle. In questo territorio selvaggio da tempo sono tornati i lupi, attirati da una ricchissima fauna di erbivori: cinghiali, caprioli, daini e cervi. In questa zona si concentrano anche numerose specie di rapaci, tra cui l’aquila reale e il biancone. Fiorisce una flora diversissima che, a pochi metri una dall’altra, mostra specie mediterranee e specie alpine relitte, come il pino mugo che qui ha la sua unica presenza tra le Alpi e le vette d’Abruzzo.

Vuoi imparare a riconoscere i segni di presenza degli animali? Vieni con noi e ti porteremo sulle tracce dei lupi della Valle del Taro!

Questa esperienza ti permetterà di avere incontri emozionanti con la fauna e la flora locale. Grazie all’esperienza dei biowatchers che ti accompagneranno, potrai imparare a distinguere le diverse specie vegetali e a riconoscerne le tracce e i segni degli animali. Infatti, durante le escursioni, faremo sempre attenzione ai segni di presenza dei lupi che frequentano questo territorio.

Lungo i sentieri, controlleremo le fototrappole per vedere quali animali sono passati prima di noi e ti insegneremo come usarne una. Attraverseremo prati aperti dominati dalle suggestive fioriture delle ginestre, castagneti e maestosi boschi di faggi e conifere.  Sopra le nostre teste, con un po’ di fortuna, potremo osservare il volo di poiane, aquile, gheppi e bianconi.

L’Agriturismo Il Pellegrino

L'Agriruismo Il Pellegrino prende il nome dal piccolo Oratorio di San Pellegrino, che caratterizza la frazione di Pelosa in alta val Taro. L’azienda agricola è certificata biologica, produce frutta, ortaggi in pieno campo, piccoli frutti (lamponi, more, fragole, uva spina, ribes, eleagno, sambuco), erbe aromatiche e officinali. Il proprio piccolo allevamento garantisce all’attività agrituristica carni di pollo (il Gallo nero della Val di Vara) e di coniglio allevati a terra nonché uova di gallina fresche. Dal 2012 Il Pellegrino ospita 5 asini che, oltre a tenere puliti i pascoli, vengono impiegati per trekking someggiati. Frutta e ortaggi vengono trasformati in confetture, gelatine, sottoli, sottaceti, succhi, sciroppi, tisane, ecc. L’attività agrituristica offre prodotti biologici e locali.

Sulla tracce del lupo in Val di Taro
  • VENERDÌ 3

    - Arrivo in struttura entro le ore 14.30 e veloce presentazione del programma;                

    - Partenza per una breve escursione pomeridiana nei pressi dell’agriturismo sulle tracce dei lupi, aquile e bianconi;

    - Cena in agriturismo;

    - A seguire, una presentazione: il lupo tra miti e realtà, attraverso moltissimi filmati dei branchi che l’associazione Io non ho paura del lupo monitora da oltre quattro anni;

    - Approfondimento di biologia ed etologia del lupo e delle sue prede, cinghiali, cervi daini e caprioli.

    (guida biowatcher Daniele Ecotti)

    Foto di Gabriella Motta. 

  • Sulla tracce del lupo in Val di Taro
  • SABATO 4

    - Colazione in agriturismo e partenza per escursione giornaliera nella Val Taro;

    - Escursione di biowatching con partenza dalla località Menta verso il monte Cavallino, sulla cui cima potremo ammirare il mar Ligure (tempo permettendo);

    - Ricerca di segni di presenza dei lupi e controllo di alcune fototrappole, precedentemente piazzate;

    - Rientro in agriturismo e cena;

    - Dopo cena controllo dei video acquisiti dalle videotrappole.

    (guida biowatcher Daniele Ecotti)

  • Sulla tracce del lupo in Val di Taro
  • DOMENICA 5

    - Colazione e check out;

    - Trasferimento in auto (15 minuti) al passo del Bocco, nel Parco Regionale dell’Aveto (GE), dove parcheggeremo;

    - Escursione di biowatching lungo l’anello del Monte Zatta, alla ricerca di segni di presenza del lupo e possibile avvistamento di aquile, bianconi e falchi pecchiaioli;

    - Pranzo al sacco sulla vetta;

    - Discesa nel primo pomeriggio, passando per la famosa Colonia Devoto, struttura abbandonata, oggi soggetto fotografico ricercatissimo per immagini spettrali;

    - Rientro al parcheggio entro le ore 15.00 e partenza per le proprie destinazioni.

    (guida biowatcher Guido Sardella)

    Foto di Gabriella Motta. 

  • Biowatching e natura
    3 giorni e 2 notti
  • 03/07/20
  • 05/07/20
  • Quota individuale di partecipazione: 240 €

    Biowatcher

    Sulla tracce del lupo in Val di Taro Guido

    Sulla tracce del lupo in Val di Taro Daniele

    Agenzia Riferimento

    WWF ITALIA 

    Sulla tracce del lupo in Val di Taro

    • Biowatching e natura
    • 3 giorni e 2 notti
    Non attiva
  • 03/07/20
  • 05/07/20
  • Per poter proseguire, accetta i Termini e Condizioni di Servizio
    Termini e condizioni

    Info Valle del Taro

    Valle del Taro