Blog

Perché le foglie cambiano colore in autunno?

foto di Arianna Mugnari

Ogni anno l’arrivo dell’autunno è annunciato da uno spettacolare e tanto atteso evento naturale, il foliage, ovvero il cambio di tonalità delle foglie dal verde all’arancione, rosso, giallo, marrone o viola.
Un evento così magico e carico di emozione ha però una semplice spiegazione scientifica.

Le foreste di caducifoglie si cambiano d’abito, donandoci dei paesaggi meravigliosi dall’Appennino alle Alpi. Veri e propri mosaici naturali, di mille sfumature diverse, che alla sola vista ci scaldano il cuore proprio ora che il freddo comincia a farsi sentire.
Quelli di animo più curioso si saranno chiesti spesso perché le foglie cambiano colore e da cosa dipendono le diverse tonalità che assumono.
Un evento così magico e carico di emozione ha però una semplice spiegazione scientifica.
Torniamo alle lezioni di scienze fatte a scuola: fin da piccoli ci insegnano che in una pianta le foglie sono gli organi predisposti a fare la famosa fotosintesi clorofilliana, ovvero quel processo per cui vengono prodotte sostanze organiche, fondamentali per la crescita, a partire da anidride carbonica, acqua, sali minerali e luce solare.
La sede di queste reazioni è nei cloroplasti, piccoli organuli presenti nelle cellule vegetali che contengono la clorofilla: un pigmento verde che, quindi, conferisce il colore verde anche alle foglie.

E I COLORI DELL'AUTUNNO?

Dipendono da altri pigmenti e dalla minor presenza di clorofilla nella stagione fredda.
Infatti, con l’abbassamento delle temperature e il minor tempo di irraggiamento giornaliero, la pianta cessa la produzione di clorofilla. Così facendo, gli altri pigmenti presenti, finora mascherati dalla clorofilla, prendono il sopravvento, regalandoci i colori più belli.
Tra i principali, i carotenoidi (i responsabili del colore delle carote, per capirci) il cui ruolo più importante è quello di proteggere il sistema fotosintetico da un assorbimento eccessivo di luce solare, determinano il giallo-arancio delle foglie.
Gli antociani, invece, pigmenti anch’essi necessari alla difesa contro i raggi UV, sono i responsabili delle varie tonalità di rosso. A concentrazioni più elevate, del viola.

Ora che vi abbiamo svelato uno dei trucchi di magia della Natura, potete uscire a godervi la bellezza dell’autunno un po’ più saggi!

Tags: autunno,, foliage, carotenoidi, fotosintesi, foreste, alberi, colori autunnali