Blog

A Parma, il progetto Torna la rondine

Grazie a Natour biowatching prende forma il progetto "Torna la rondine a Parma".

Prima dell'emergenza sanitaria attualmente in corso, in un porticato presso la piscina del Campus di Parma, Natour biowatching e il Centro Sociale Universitario, con l'aiuto di Luca e Giacomo e con il consenso dell'Università di Parma, hanno montato 12 nidi artificiali di rondine (acquistati dal Centro Universitario) per realizzare il progetto "Torna la rondine a Parma".

L'idea era venuta a Natour biowatching perché, l'anno scorsok una rondine aveva coraggiosamente costruito un nido in un punto di appoggio assai precario dentro al porticato scampato alle trasformazioni edilizie. Si sa, le rondini per costruire i nidi cercano luoghi chiusi e, oltre alle stalle, loro sito prediletto che però diminuisce sempre più, si adattano ad altri luoghi coperti come portici, garage, androni sottoscale e addirittura abitazioni in cui le finestre sono tenute aperte. Così quest'anno le rondini che arriveranno dall'Africa a mangiarci circa 6000 zanzare e mosche al giorno, avranno da scegliere tra 12 possibili nidi. Vi terremo informati se qualche rondine accetterà la nostra offerta residenziale.

Tags: parma,