Blog

Enel: con Natour alla scoperta della biodiversità

Natour Biowatching ed Enel, insieme per scoprire la biodiversità in Toscana.

Il biowatchng, come esperienza di osservazione e comprensione della diversità biologica, è stato scoperto anche dai dirigenti dell'Enel. L'iniziativa di due giorni si è tenuta nell'oasi del WWF di Orbetello, in provincia di Grosseto, per la precisione sul tombolo della Giannella, sotto la guida del direttore Fabio Cianchi e della vicedirettrice Alessandra. A promuovere questa esperienza è stato il gruppo Map (Team Buiding Experience di Luca Santini) che ha organizzato, per una settantina di dirigenti dell'azienda, una serie di attività pratiche come smontare un capanno, costruire un nido per api solitarie, impegnarsi in giochi di abilità e anche, con grande soddisfazione di Natour, essere accompagnati in escursioni di biowatching.

I partecipanti, divisi in gruppi più piccoli per i quali sono state ripetute più volte le passeggiate alla scoperta della biodiversità, hanno manifestato il loro apprezzamento e stupore nello scoprire le diverse specie di alberi o la macchia mediterranea alternata alla flora continentale. Si sono accorti della presenza della tracce della volpe, hanno scoperto le farfalle Cleopatra e Maniola, hanno ascoltato il canto dell'Upupa, del Rigogolo o della Tortora selvatica. Un'esperienza entusiasmante sia per chi, come i dirigenti Enel, non l'aveva mai sperimentata, sia per che, come noi, sa bene che il biowatching viene capito e apprezzato soprattutto quando viene sperimentato sul campo. 

Tags: natour biowatching, toscana, italia, biodiversità, ambiente,, natura,, wwf,